HomeCinemaJonathan Glazer Dona Poster Firmati di 'Zone of Interest' alla Casa d'Asta...

Jonathan Glazer Dona Poster Firmati di 'Zone of Interest' alla Casa d’Asta Cinema for Gaza; Raccolti oltre 50.000 dollari nel Primo Giorno

I più letti

Redazione
Redazionehttp://www.poplive.it
PopLive è un portale di informazione in cui vengono raccolte le principali notizie internazionali riguardanti la cultura Pop. Cinema, Serie TV, Videogiochi, Fumetti e Manga, Giochi da tavolo, Collezionismo, Eventi e tanto altro.

Jonathan Glazer, regista di “La Zona D’Interesse”, ha donato poster autografati per l’asta Cinema for Gaza, che ha raccolto regali da nomi importanti dell’industria dell’intrattenimento nel Regno Unito per raccogliere fondi per Medical Aid for Palestinians.

Prima dell’inizio ufficiale della raccolta fondi il martedì, Glazer e il produttore di “La Zona D’Interesse” James Wilson hanno donato sette poster di “La Zona D’Interesse” e una selezione di poster del suo film del 2014 “Sotto la Pelle”. I poster saranno autografati da Glazer, Wilson e il compositore Mica Levi, autore delle colonne sonore di entrambi i film. Il regalo è uno degli oggetti più richiesti all’asta, con un’offerta attuale di £2,750 ($3,450). L’asta ha già raccolto oltre £42,000 ($52,800).

Tra i regali annunciati con l’asta ci sono Tilda Swinton che legge una storia della buonanotte su Zoom, Josh O’Connor che tiene una masterclass sulla preparazione della porridge e biglietti per assistere a uno spettacolo comico di Ramy Youssef e al party successivo. Tra le aggiunte più recenti ci sono un DVD autografato di “Il Trono di Spade” da Maisie Williams; un poster autografato di “All of Us Strangers” del regista Andrew Haigh; un poster di “Supernova” autografato da Colin Firth, Stanley Tucci e Harry Macqueen; un romanzo autografato di “Romancing Mr. Bridgerton” con una nota personalizzata da Nicola Coughlan; e un’ora su Zoom con Louis Theroux.

La donazione di Glazer arriva dopo le critiche ricevute per il suo discorso agli Oscar il 10 marzo, in cui il suo dramma sull’Olocausto “La Zona D’Interesse” ha vinto il premio come miglior film internazionale. Nel suo discorso, Glazer ha parlato del conflitto in corso in Medio Oriente, affermando che il suo film “mostra dove porta la disumanizzazione nel suo peggior momento. Ha plasmato il nostro passato e presente. In questo momento, ci troviamo qui come uomini che rifiutano la loro ebraicità e l’Olocausto che viene dirottato da un’occupazione che ha portato a conflitti per molte persone innocenti. Sia le vittime del 7 ottobre in Israele che l’attacco in corso a Gaza, tutte le vittime di questa disumanizzazione – come possiamo resistere?”

Il discorso ha ricevuto reazioni contrastanti, con oltre 1,000 creativi ed esecutivi ebrei che lo hanno condannato per alimentare “l’odio anti-ebraico in crescita in tutto il mondo”, e altri come il regista Ken Loach che hanno difeso la sua dichiarazione definendola “coraggiosa” e “di grande valore”. Glazer non ha ancora affrontato pubblicamente le critiche al suo discorso, ma la sua donazione a Cinema for Gaza suggerisce che sostenga le sue parole.

L’asta Cinema for Gaza chiude il 12 aprile.

Source: Variety

Ultimi articoli