HomeSerie TVNews Serie TVRiassunto dell'analisi dell'episodio 3 di 'True Detective: Night Country': un avvertimento, alcune...

Riassunto dell’analisi dell’episodio 3 di ‘True Detective: Night Country’: un avvertimento, alcune risposte e più domande

I più letti

Redazione
Redazionehttp://www.poplive.it
PopLive è un portale di informazione in cui vengono raccolte le principali notizie internazionali riguardanti la cultura Pop. Cinema, Serie TV, Videogiochi, Fumetti e Manga, Giochi da tavolo, Collezionismo, Eventi e tanto altro.

SPOILER ALERT:

Questo articolo discute alcuni punti della trama dell’Episodio 3 di “True Detective: Night Country”, intitolato “Parte 3”.

Nel secondo episodio di “True Detective: Night Country”, Rose (Fiona Shaw), la residente di Ennis che ha condotto la polizia al cadavere dei scienziati, avverte Evangeline Navarro (Kali Reis) di non coinvolgersi nell’indagine. Dice: “Forse lascia perdere, signorina.” Purtroppo, Navarro non ha ascoltato il consiglio di Rose. Attratta dal caso e determinata a collegarlo a un caso irrisolto di sei anni fa, la morte della levatrice e attivista indigena Annie Kowtok, Navarro si è gettata a capofitto nell’inchiesta, riunendosi persino con la sua arcinemica, Liz Danvers (Jodie Foster), capo della polizia di Ennis.

Sulla superficie, il mistero al centro di “True Detective: Night Country” riguarda gli otto uomini scomparsi dalla stazione di ricerca artica nella città mineraria fittizia di Ennis, in Alaska. La lingua di Annie Kowtok è stata lasciata alla stazione, miracolosamente preservata nei sei anni trascorsi dalla sua morte. Nell’episodio 2, si scopre che Annie aveva una relazione segreta con uno degli scienziati, Raymond Clark (Owen McDonnell), l’unico uomo non trovato tra i suoi colleghi congelati.

Tuttavia, l’episodio 3 ha dimostrato che dobbiamo ancora grattare la superficie di questo mistero. La Parte 3 scioglie parte delle tensioni dal passato di Liz e Navarro, svelando un elemento spirituale di questo caso che sembra direttamente collegato alla storia di Ennis e all’ascendenza familiare di Navarro. Alcune risposte e più domande dall’episodio 3:

Il terzo capitolo di “True Detective: Night Country” si apre nel passato. Navarro va ad arrestare Annie per aver violato il divieto di accesso alla miniera. Nel suo tentativo, entra in un centro di nascita per donne indigene, interrompendo un parto. È un’esperienza drammatica per Navarro, principalmente perché ci vuole del tempo affinché Annie faccia respirare il neonato. Tuttavia, questo espande la consapevolezza dello spettatore sul lavoro di Annie. La miniera e le sue condizioni stanno causando problemi alla popolazione indigena di Ennis: molti residenti hanno acqua nera che esce dai rubinetti e si verificano sempre più nascite morte tra le donne.

Nel presente, al quinto giorno di notte, il Capitano Hank Prior (John Hawkes), che ha già mostrato la sua natura violenta, ha preso il controllo della task force della polizia che sta cercando Clark, lo scienziato scomparso. Tuttavia, nel solito stile di Hank, si è messo a capo di una caccia all’uomo a tutto campo reclutando i suoi amici civili redneck armati.

Nel frattempo, Navarro potrebbe essere brava a nascondere cose su se stessa, ma Liz è solo una bugiarda. Quando il figlio di Hank, l’agente di polizia Peter Prior (Finn Bennett), chiede spiegazioni sulla tensione tra lei e Navarro, Liz parla dell’ultimo caso su cui hanno lavorato insieme prima che Navarro fosse costretta a trasferirsi ai troopers. Si trattava di un omicidio/suicidio, e Liz dice a Peter che vittima e carnefice, che avevano una storia di violenza domestica, erano morti quando lei e Navarro sono arrivati sul posto. Tuttavia, un flashback dimostra che è una bugia. Perché Liz è legata a questa falsa narrazione e cosa è realmente successo per rompere il rapporto di lavoro tra lei e Navarro? Più tardi nell’episodio, Peter chiede a suo padre di Navarro e Liz, ma Hank elude la domanda.

Obbligati a lavorare insieme su questo caso, il disorganizzato team delle forze dell’ordine impara di più sulla relazione tra Annie e Clark da Susan, una parrucchiera locale che spiega di averli presentati. Susan spiega che Annie era determinata a mantenere la relazione segreta, ma non sa il motivo. Scopriamo anche che il simbolo a spirale che Annie e Clark avevano tatuato, lo stesso trovato sulla fronte di uno dei scienziati congelati, è un simbolo di cui Annie ha cominciato a sognare da adolescente.

“Source: Variety”

True Detective: Night Country Episodio 3 – Analisi: Un Avvertimento, Alcune Risposte e Altre Domande

Dalla sua interrogazione di Susan, Navarro apprende due cose cruciali. In primo luogo, Hank ha sempre saputo della relazione tra Annie e Clark, ma il suo misoginismo e razzismo lo hanno impedito di denunciarla. In secondo luogo, qualcun altro presso la stazione scientifica di Tsalal sapeva della relazione tra Annie e Clark. Susan rivela di aver frequentato l’ingegnere degli strumenti, Oliver Tagaq, ma è scomparso poco prima della morte di Annie. (È molto probabilmente anche il padre della giovane figlia di Susan.)

In questo episodio, emerge sempre di più il passato di Navarro. Sua madre, che abbiamo visto in precedenza in flashback, ha affrontato un disturbo mentale simile a quello di sua sorella, Jules (aka Niviâna). Nata e cresciuta a Ennis, la madre di Navarro si trasferì a Boston a 15 anni e si trovò invischiata in una relazione abusiva/alcolica con il padre di Navarro. Anche se alla fine riuscì a sfuggire alla relazione e a fuggire con le sue ragazze a Ennis, fu uccisa in seguito. Come nel caso di Annie, il suo omicidio non è mai stato risolto. È stato l’omicidio di sua madre la ragione per cui Navarro è diventata poliziotta?

È importante notare che c’è molta tensione razziale a Ennis. Hank è apertamente ostile verso la popolazione indigena e Liz è furiosa perché la sua figliastra Leah (Isabella Star LaBlanc) onora la sua cultura con un tatuaggio temporaneo sul viso. In questo episodio, Liz costringe Leah a togliersi il tatuaggio. È una reazione perplessa, soprattutto da parte di una donna bianca. È perché questo è lo stesso tatuaggio sul viso che aveva Annie?

Uno dei maggiori ostacoli di questo caso per Liz e il suo team è stato il fatto di non avere le risorse necessarie per approfondire le indagini. Nonostante volessero far venire un esperto forense, una tempesta di neve ha costretto Peter a chiedere a suo cugino veterinario di esaminare il corpo. Il veterinario stabilisce che gli uomini sono morti prima di congelarsi e che molto probabilmente sono morti per arresti cardiaci causati da un terrore puro.

Navarro e Liz riescono alla fine a rintracciare l’ex ingegnere degli strumenti Oliver Tagaq, che vive in un campo nomade. Gli dicono che tutti gli scienziati con cui ha lavorato sono morti. È scioccato e turbato da questa notizia, ma chiede esplicitamente di Anders Lund (Þorsteinn Bachmann), il direttore e fondatore della stazione di ricerca di Tsalal. Perché?

Lund è l’unico scienziato sopravvissuto, oltre a Clark. Trovato tra i corpicelli, Lund è stato messo in coma farmacologicamente dopo aver subito più amputazioni, gangrena e la perdita della vista. In questo episodio, Liz e Navarro lo visitano in ospedale. Tra un grido infernale e l’altro, lui le dice: “L’abbiamo svegliata e ora è là fuori sul ghiaccio. È venuta per noi nel buio”.

Dal primo episodio, si sentono rumorini che “lei è sveglia”. Ma chi è lei?

Ciò che dice dopo è un avvertimento specifico per Navarro.

L’avvertimento:

Anche se non è ancora chiaro come tutto ciò si colleghi, “True Detective: Night Country” Parte 3 ha mostrato che tutto questo mistero, magia e terrore è direttamente correlato a Navarro in qualche modo. All’inizio dell’episodio, lei dice a Liz che spesso pensa di scomparire, di andarsene. Potrebbe essere un presagio?

Quando parla con il suo amante, Eddie Qavvik (Joel D. Montgrand), proprietario di un bar/ristorante di Ennis, Navarro spiega che sua madre non le ha mai dato un nome indigeno prima di scomparire. Questa mancanza di connessione le causa ancora dolore, soprattutto dopo aver parlato con Oliver, che le dice che ha dimenticato chi è. Oltre ai dettagli sulla madre, dopo essere caduta sul ghiaccio, Navarro vede la visione di un bambino vestito in pigiama e che stringe un orso di peluche. È una versione dell’orso polare monocolo che ha visto in città ed è lo stesso orsacchiotto di peluche che Liz aveva riposto in una scatola nella sua casa. Inoltre, in questo episodio, la sorella di Navarro, Jules, ha un’esplosione sul lavoro in cui inizia a urlare e dire: “Qualcuno sta arrivando”. Chi potrebbe essere questo qualcuno? È la stessa “lei” che gli scienziati hanno svegliato?

Source: Variety

Analisi dell’episodio 3 di ‘True Detective: Night Country’: Un avvertimento, alcune risposte e più domande

Tutto ciò ci porta alle scene finali dell’episodio. Quando Lund dice a Liz e Navarro, “L’abbiamo svegliata”, Navarro è visibilmente turbato. Chiaramente sa qualcosa che noi non sappiamo. Cosa sa Navarro? Più tardi, quando Liz esce dalla stanza di Lund per occuparsi del caos nell’area di attesa dell’ospedale, un Lund sedato si siede sul letto, puntando il dito e parlando direttamente a Navarro. Dice, “Ciao, Evangeline, tua madre ti sta aspettando. Dice, ‘Ciao'”. Dopo aver lanciato l’avvertimento, Lund si sdraia di nuovo e apparentemente muore.

Nella scena finale della Parte 3, avendo hackerato il cellulare di Annie, trovato nel rimorchio di Clark, Navarro e Liz guardano un video di Annie in quello che sembra essere una grotta di ghiaccio. Nel video, sussurra, “L’ho trovato. Se succede qualcosa a me…” Annie emette un urlo straziante prima di poter terminare la sua frase, ponendo eficacemente fine all’episodio.

Cosa ha visto Annie? E cosa l’ha spaventata così tanto da farle gridare nella notte? Inoltre, se è stata presa e uccisa subito dopo questo video, come il telefono è tornato nel rimorchio di Clark? Clark ha ucciso Annie?

Oltre a ciò, perché tutti hanno così paura?

Fonte: Variety

Ultimi articoli