HomeSerie TVNews Serie TVPretty Little Liars Sara Shepard Parla Della Genesi Dei Romanzi

Pretty Little Liars Sara Shepard Parla Della Genesi Dei Romanzi

I più letti

Redazione
Redazionehttp://www.poplive.it
PopLive è un portale di informazione in cui vengono raccolte le principali notizie internazionali riguardanti la cultura Pop. Cinema, Serie TV, Videogiochi, Fumetti e Manga, Giochi da tavolo, Collezionismo, Eventi e tanto altro.
Questo articolo è stato archiviato. Ci scusiamo per eventuali inesattezze o elementi multimediali mancanti

In origine i romanzi di Pretty Little Liars furono scritti dalla giovane autrice Sara Shepard, che viveva in Pennsylvania (lo stesso stato in cui le storie sono state ambientate). Di recente, durante le ultime riprese della serie tv tratta dai suoi libri, la Shepard racconta della genesi dei romanzi.

Il fenomeno editoriale ebbe luogo nel lontano 2005. All’epoca la scrittrice si era resa perfettamente consapevole del nascente potere dello strumento social: i primi network online, gli sms etc… La sua immaginazione si era proiettata pionieristicamente verso un futuro non troppo lontano in cui la capacità di questi strumenti poteva essere tanto comoda quanto pericolosa.  Raccontandosi al proprio fandom l’autrice svela: “C’era inizialmente l’idea di uno stalker… Ma mi piaceva anche l’idea dei telefoni, dei messaggi instantanei come nuovo modo di osservare le persone”. “Perciò Pretty Little Liars è iniziato da tutto questo, sebbene ogni romanzo al quale ho lavorato è stato sviluppato gradualmente”.

La consapevolezza del crescente potere degli strumenti telematici, la portò ad una riflessione profonda sui pericolosi risvolti che si sarebbero potuti avere su dei personaggi, nel momento in cui tali strumenti venissero usati per perseguitarli. Sappiamo che le protagoniste Spencer, Aria, Hanna ed Emily ricevono spesso SMS da uno stalker misterioso che afferma di conoscere tutti i loro segreti e che, in qualche modo, sembra essere sempre lì ad osservarle.

Così il semplice giallo era diventato un mistery basato su una prima presentazione del bullismo cibernetico, che è una pratica fin troppo nota oggi. L’autrice si era detta più volte preoccupata che qualcuno, soprattutto tra il pubblico dei giovani lettori, ne prendesse ispirazione per provocare danni ad altre persone. Per questo in fondo ad ogni romanzo aveva inserito una nota di avvertimento che affermava  che il contenuto della storia era solo ai fini di intrattenimento. Per fortuna la Shepard rassicura anche di non aver mai avuto veramente a che fare con dei casi in cui i lettori si fossero trasformati in vittime o carnefici; anzi su questo risponde: “Ho avuto lettori che sono stati bullizzati, e che per questo motivo sono stati aiutati dal mio libro, perché al suo interno c’erano personaggi che l’avevano subito ma anche superato”.

A proposito dell’omonima serie tv, anch’essa un fenomeno internazionale tra i teen-drama, la scrittrice ha affermato di non sapere assolutamente nulla di come andrà la storia negli ultimi episodi. Non dovremmo aspettarci che proprio lei sappia dunque l’identità di A.D, eppure sappiamo che l’ultimo giorno delle riprese era sul set, quindi fino a che punto possiamo crederle?“Io seguo lo show come tutti gli altri. Lo guarderò il martedì sera, twitterò, e rimarrò stupita come tutti, o confusa, o chissà che altro. Scriverò commenti onesti su ciò che accadrà. Certe persone mi hanno detto che il finale si prepara ad essere grandioso, sarà qualcosa di veramente pazzesco, sconvolgerà la mente delle persone. Ma io soprattutto ho visto tutti gli attori e molti degli autori che erano lì, visto che era il loro ultimo giorno, e tutti stavano vicini, ed erano piuttosto tristi. Sono una famiglia, perciò gli si spezzava il cuore”.

Ci viene detto ancora una volta che il finale dello show ideato da Marlene King sarà esplosivo e inaspettato, e che vi hanno partecipato tutti. Dunque non ci rimane che restare in attesa del prossimo Aprile 2017, quando Pretty Little Liars tornerà sugli schermi americani per il suo ultimo debutto.

Fonte: NerdPlanet

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli