HomeSerie TVNews Serie TVNana: ritorno nell'appartamento 707

Nana: ritorno nell’appartamento 707

I più letti

Nel panorama degli shojo manga, tra i più famosi troviamo certamente Nana, la storia delle due ragazze che condividono, oltre al nome, anche l’appartamento 707 nella caotica città di Tokyo. Pubblicato per la prima volta nel 2000 in Giappone, arriva in Italia due anni dopo e anche qui riscontra un notevole successo. Senza spoilerare troppo, cosa rende così appassionante questa storia?

Nana racconta le vite di due giovani ragazze che non possono essere più diverse l’una dall’altra, Nana Osaki e Nana Komatsu. La loro storia nasce su un treno per Tokyo, città dove entrambe sperano di avverare i propri sogni. Giunte a destinazione si separano, non sapendo che di lì a poco si sarebbero incontrate nuovamente in un appartamento, che entrambe vogliono prendere in affitto. Così decidono di dividere le spese diventando coinquiline e di cominciare insieme la loro vita a Tokyo, immaginando fosse stato il destino a farle incontrare.

Nana Osaki, il cui carattere tenebroso è dovuto alla sua difficile infanzia, nutre il sogno di diventare una cantante professionista. La scelta di trasferirsi a Tokyo non è però motivata solo da questo: infatti, la ragazza cerca di inseguire il suo amore, Ren Honjo, chitarrista dei Trapnest, band prossima al debutto ufficiale. Prima ancora, Ren faceva parte dei Black Stones, band fondata insieme a Nana e Yasu, un loro amico in comune. È così che i due si conoscono e instaurano una relazione amorosa che finirà per interrompersi a causa del trasferimento di Ren. Ma una volta trasferitasi a Tokyo, riesce a ricostruire il suo rapporto con Ren, nonostante sia vissuto nel tormento a causa della gelosia per Reira, la cantante dei Trapnest.

La sua omonima, Nana Komatsu, si presenta invece come l’opposto. A differenza di Nana, lei è una ragazza solare, dolce e premurosa, cosa che le fa guadagnare il soprannome di “Hachi”, paragonando la sua fedeltà all’amica a quella del cane più famoso del cinema giapponese. Ma anche Hachi ha un lato negativo: cade sempre vittima di relazioni amorose troppo complicate, che il più delle volte finiscono per ferirla profondamente. Hachi si trasferisce a Tokyo per inseguire il suo ragazzo, Shoji, trasferitosi in città per studio. Purtroppo per Hachi, le cose non vanno come sperato perché il ragazzo la tradisce con una sua collega di lavoro. Superata la crisi, Hachi diventa sempre più parte della vita di Nana stringendo amicizia con i membri della band, ormai diventata la sua famiglia. E proprio in questo contesto che finisce incastrata in due relazioni, con Nobuo, batterista dei Blast (abbreviazione per Black Stones) e Takumi, bassista dei Trapnest. Hachi rimane incinta di quest’ultimo e per amore del nascituro, si ritrova costretta a separarsi da Nobuo, per cui nutre un sentimento più profondo.

Oltre alle due protagoniste, sono parte integrante della trama tutti i membri delle due band. Da un lato abbiamo i Blast, la band di Nana, i cui membri sono i già citati Nobuo (Nobu) e Yasushi (Yasu) che, insieme anche a Ren, hanno fondato la band ai tempi della scuola, e Shinichi (Shin), che ha sostituito Ren dopo il suo trasferimento. Dall’altra parte ci sono invece i Trapnest, la nuova band di Ren, i cui altri membri sono Takumi, Reira, e Naoki.

La storia di Nana ha appassionato e appassiona ancora ragazze e ragazzi per i temi che tocca e per gli appassionati intrecci tra i personaggi. Purtroppo per i suoi fan, Nana non si è mai concluso a causa delle continue pause e interruzioni dovute ai problemi di salute della sua autrice. Questo però non ha impedito il successo della serie, che ha ricevuto anche un adattamento anime nel 2006, arrivato in Italia grazie alla Dynit che ne ha acquistato i diritti.

Fonte: Nana (manga, serie TV anime)

More articles

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli