HomeSerie TVNews Serie TV‘Love on the Spectrum’ Rinnovato per la Stagione 3 su Netflix (ESCLUSIVO)

‘Love on the Spectrum’ Rinnovato per la Stagione 3 su Netflix (ESCLUSIVO)

I più letti

Redazione
Redazionehttp://www.poplive.it
PopLive è un portale di informazione in cui vengono raccolte le principali notizie internazionali riguardanti la cultura Pop. Cinema, Serie TV, Videogiochi, Fumetti e Manga, Giochi da tavolo, Collezionismo, Eventi e tanto altro.

C’è ancora più amore in arrivo.

La versione statunitense di Netflix di “Love on the Spectrum” è stata rinnovata per una terza stagione dopo che la seconda ha raggiunto la Top 10 globale per tre settimane. La serie, ora alla sua quinta edizione, continua a catturare il pubblico con la sua toccante esplorazione dell’amore e delle relazioni tra persone dello spettro autistico.

Prodotta da Northern Pictures, l’ultima stagione della serie statunitense presenta un cast diversificato che va dall’18enne Journey di Chicago, appena diagnosticato, al 64enne ottimista Steve di San Francisco, tutti che condividono il loro percorso alla ricerca dell’amore. L’impatto dello show ha risuonato ampiamente, guadagnando tre Primetime Emmy Awards nel 2022 per programma di realtà non strutturato eccezionale, casting e montaggio delle immagini.

In occasione della Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, Netflix ha ospitato un evento al Tudum Theater di Los Angeles, mostrando un episodio della stagione attuale. L’evento è stato guidato da un Q&A con il creatore, produttore esecutivo e regista Cian O’Clery, insieme ai membri del cast – Abbey e David, Connor e sua madre Lise Smith e Dani – moderato dall’attrice e attivista per l’autismo Holly Robinson Peete, mettendo in risalto il profondo effetto della serie sulle persone e sulle famiglie toccate dall’autismo.

Lo show ha avuto un impatto enorme non solo sulle persone che vivono con l’autismo, ma anche sui loro genitori come raccontato da Smith a Variety lo scorso gennaio, dicendo: “Ho imparato in questo viaggio che lui desidera la sua identità e il suo gruppo sociale, cosa che non avevo capito. Il colpo più duro è stato quando l’ho sentito dire a uno dei produttori, ‘mi sento solo. I miei fratelli hanno fidanzate e fidanzati e escono. Io sono sempre a casa con i miei genitori.’ E questo mi ha colpito come un pugnale al petto.”

La celebrazione si è estesa oltre la proiezione, con Netflix che ha riconosciuto il Mese della consapevolezza dell’autismo ad aprile. L’azienda ha collaborato con l’Autism Society of America per sensibilizzare l’opinione pubblica con risorse ed esperienze di supporto, sottolineando l’importanza di comprendere e sostenere la comunità autistica. Anche l’Autism Society ha aiutato Netflix a creare stanze tranquille e esperienze sensoriali inclusive per l’evento. La reception ha incluso anche cuccioli per riscaldare l’atmosfera.

Un ottimo lavoro.

Fonte: Variety

Ultimi articoli