HomeSerie TVNews Serie TVLa serie TV di Roku 'Le cronache di Spiderwick' manca dell'emozione e...

La serie TV di Roku ‘Le cronache di Spiderwick’ manca dell’emozione e dell’avventura dei romanzi: Recensione TV

I più letti

Redazione
Redazionehttp://www.poplive.it
PopLive è un portale di informazione in cui vengono raccolte le principali notizie internazionali riguardanti la cultura Pop. Cinema, Serie TV, Videogiochi, Fumetti e Manga, Giochi da tavolo, Collezionismo, Eventi e tanto altro.

C’è molta magia in “Le cronache di Spiderwick”. Basata sui famosi libri di fantasia per bambini di Tony DiTerlizzi e Holly Black, e adattata per la televisione da Aron Eli Coleite, la serie TV è piena di creature mistiche come orchi, fetch e draghi. Tuttavia, questa storia non è una fiaba. Invece, la serie, che è stata cancellata da Disney+ prima di trovare casa su Roku, è un racconto sulla famiglia e sull’accettazione. Purtroppo, anche se lo spettacolo è destinato ad essere avventuroso, manca del capriccio necessario per elevare la narrazione per una nuova generazione di giovani adulti.

“Le cronache di Spiderwick” inizia con un viaggio a metà paese. Dopo il divorzio dei loro genitori, i fratelli Grace, Jared (Lyon Daniels), il suo gemello Simon (Noah Cottrell) e la loro sorella maggiore Mallory (Mychala Lee), lasciano Brooklyn con la madre, Helen (Joy Bryant), per un nuovo inizio a Henson, Michigan. Jared, che lotta con la sua salute mentale e il suo comportamento, deve ricevere cure dal rinomato terapista Dott. Dorian Brauer (Christian Slater). Ma Simon e Mallory, stanchi dei continui scherzi di Jared, sono meno ottimisti sul trasferimento, specialmente dopo aver visto le condizioni della tenuta pericolante del loro prozio.

Le cose cominciano subito a mettersi male quando i Grace arrivano alla loro casa ancestrale. Dopo che i topolini di Simon scompaiono, Jared scopre che un folletto di nome Thimbletack (Jack Dylan Grazer) sta seminando il caos in casa. Con suo grande disappunto, né sua madre né i suoi fratelli riescono a vedere la pestifera creatura. Le cose sono pressoché uguali anche al di fuori della casa. La città di Henson non è così pittoresca come sembra inizialmente. Jared scopre che un orco omicida, Mulgarath, è la fonte di tutti i mali di Henson, e che il mostruoso diabolico è alla ricerca della guida magica di suo prozio Arthur Spiderwick, nascosta in giro per la città. Purtroppo, a causa dei suoi problemi passati, l’unica persona che crede alle storie di Jared su Mulgarath e la guida è sua zia Lucinda. Lei ha trascorso la maggior parte di quattro decenni rinchiusa a Meskawki, un ospizio in città.

Popolare su Variety

“Le cronache di Spiderwick” mette in luce temi che gli adolescenti affrontano, tra cui pensieri oscuri, emarginazione e desiderio di perfezione. Tuttavia, la serie non contribuisce nulla di unico al sempre più affollato genere YA. Inoltre, questo show non è la prima volta che i libri di “Spiderwick” sono stati adattati per lo schermo. Il film del 2008 con protagonista Freddie Highmore ha ricevuto elogi dal pubblico e dalla critica per le sue interpretazioni e l’immaginazione. Anche se lo spettacolo si estende su otto episodi da 45 minuti, immergendosi in innumerevoli dettagli e creature fantastiche, il suo ritmo spesso si blocca, portando a un tono monotono anziché a una frenesia d’azione.

Inoltre, nonostante l’invecchiamento dei personaggi per questa trasposizione, l’ambientazione e gli effetti speciali non sono abbastanza spaventosi o sbalorditivi da intrattenere un pubblico adolescente. Se i gemelli avessero nove anni, come nel primo romanzo, invece di quindici, la serie sarebbe stata in grado di espandersi mentre iniziano a incontrare temi più centrati sugli adolescenti. Invece, lo spettacolo corre per includere tutti quei problemi cercando di bilanciare gli elementi paranormali dello show.

Anche se “Le cronache di Spiderwick” non offre brividi e spaventi intensi, il focus sulle lotte di Jared e su come influenzano il suo senso di sé e la comprensione della sua famiglia è efficace. Avendo avvistato Thimbletack e ottenuto la Pietra della Visione, che gli permette di vedere fate e altre creature, Jared è disperato che qualcuno gli creda. Poiché il pubblico vede e sperimenta ciò che fa lui, la scarsa considerazione della sua famiglia è commovente. “Le cronache di Spiderwick” illustra chiaramente il tributo di essere costantemente paragonato al suo intelligente e accomodante fratello e come ciò lo abbia influenzato nel corso degli anni. Simon ha sempre difeso Jared, ma la nuova amicizia del gemello accomodante con Calliope, la figlia del Dott. Brauer, crea un distacco tra i fratelli. Nel frattempo, Mallory ha cercato di distinguersi tra il caos di Jared avvicinandosi al perfezionismo e amando la scherma. Tuttavia, questo desiderio di eccellenza è diventato sempre meno sostenibile, specialmente in un ambiente nuovo.

Source: Variety

Le relazioni familiari tra i Grace rimangono affascinanti durante tutta la stagione, nonostante le menzioni di Richard (Rhys Coiro), il padre assente dei bambini. Tuttavia, gli elementi fantastici al centro de “Le Cronache di Spiderwick” sono privi di immaginazione e poco entusiasmanti. Mentre alcune delle trame sono interessanti, come il complotto dei residenti della città per chiudere l’ospedale psichiatrico di Meskawki, la mancanza di lungimiranza degli adulti e i dialoghi pesanti rendono gran parte della serie un compito difficile. Un ritmo più serrato e punti della trama più lineari avrebbero dato a “Le Cronache di Spiderwick” il fascino e il clamore necessari per rendere questa action-adventure l’avventura sfavillante che dovrebbe essere.

Le otto puntate de “Le Cronache di Spiderwick” debuttano il 19 aprile su Roku.

Source: Variety

Ultimi articoli