HomePiattaforme di StreamingAmazon Prime VideoIl capo di Prime Video India, Sushant Sreeram, guarda indietro al record...

Il capo di Prime Video India, Sushant Sreeram, guarda indietro al record del 2023 e avanti al 2024 (ESCLUSIVA)

I più letti

Redazione
Redazionehttp://www.poplive.it
PopLive è un portale di informazione in cui vengono raccolte le principali notizie internazionali riguardanti la cultura Pop. Cinema, Serie TV, Videogiochi, Fumetti e Manga, Giochi da tavolo, Collezionismo, Eventi e tanto altro.

Record del 2023 per Amazon Prime Video India

Il servizio di streaming di Amazon Prime Video India ha avuto un record nel 2023 con 22 serie e tre lungometraggi commissionati, il numero più alto dal lancio nel 2016, e un alto livello di coinvolgimento dei consumatori.

Il successo di Prime Video in India

L’India continua a primeggiare quando si tratta dell’engagement dei membri Prime con Prime Video, come riportato da Variety. Nessun altro territorio Prime ha una percentuale più alta di membri Prime che guardano Prime Video ogni mese rispetto all’India, e i contenuti indiani sono stati presenti nella top 10 di Prime Video a livello mondiale per 47 delle ultime 52 settimane, conquistando il 15% delle posizioni totali della top 10.

All’inizio di quest’anno, Sushant Sreeram, direttore country di Prime Video India, ha ribadito l’intenzione della piattaforma di investire ulteriormente nel territorio, come riportato da Variety. Questo si è concretizzato nel numero di commissioni, che riguardano diversi generi e lingue, e anche nell’infrastruttura.

Sreeram ha dichiarato a Variety: “L’opportunità, al di là dei contenuti, di come possiamo garantire l’accessibilità e l’accessibilità economica, è stata la nostra priorità, specialmente negli ultimi 18-24 mesi. E vedrete ancora molte novità l’anno prossimo”.

Accessibilità e opzioni di pagamento

Riguardo all’accessibilità, Sreeram ha sottolineato l’importanza della copertura ubiqua dei dispositivi. Attualmente, il servizio è disponibile su smart TV, dispositivi mobili, dispositivi di streaming come Fire TV, Fire TV stick, tablet Fire, Apple TV e vari dispositivi di gioco. Sreeram ha affermato: “Oggi, abbiamo una forte penetrazione di Prime Video su tutti i dispositivi connessi nel paese”.

Le opzioni di pagamento sono state ampliate per includere carte di debito e credito, il sistema di pagamento immediato indiano UPI (Unified Payments Interface), internet banking e il portafoglio Amazon Pay. Prime Video è inoltre disponibile per i consumatori tramite i piani di abbonamento prepagati e postpagati dei provider di telecomunicazioni Airtel e Vodafone. Considerando che oltre il 60% del pubblico indiano guarda i contenuti su dispositivi mobili, Sreeram è soddisfatto del successo della versione mobile di Prime Video.

Prime Video Channels

Prime Video sta ampliando il suo pubblico attraverso il servizio a la carte Channels, come riportato da Variety. Il servizio è stato lanciato nel 2021 con otto reti e ora ne conta 23, includendo recentemente BBC Player, BBC Kids e Anime Times. Sreeram ha dichiarato: “Pretendiamo di creare nuovi modi di sviluppare prodotti e proposte, cercando nuovi partner che potremmo coinvolgere. L’importante è non solo creare un vasto universo di molti partner, ma anche pensare a quali sono i punti di intrattenimento che il nostro programma o i programmi che licenziamo non coprono completamente e se ci sono partner che possono contribuire. Questo è un determinante molto importante nel modo in cui pensiamo ai canali”.

TVOD Service e il mercato in India

Un altro successo recente per Prime Video India è stato il suo servizio TVOD, in cui i clienti di tutto il paese possono noleggiare film dall’India e dal resto del mondo. Il catalogo, che conta oltre 6.000 titoli, registra transazioni di noleggio dal 95% dei codici postali indiani, con circa il 75% che viene noleggiato almeno una volta ogni mese.

Il mercato dello streaming in India ha un fatturato annuale di 1,7 miliardi di dollari, con Disney+ Hotstar in testa con una quota del 23%, secondo i dati di Media Partners Asia. Prime Video e JioCinema si trovano a poca distanza con entrambi il 21%, seguiti da Netflix con l’18% e SonyLIV con il 6%. È prevista un’integrazione con la fusione in corso tra Sony e Zee, e, secondo quanto riportato, anche tra Disney+ Hotstar e Jio.

Sreeram ha concluso dicendo: “Di solito non sono solito fare previsioni sul futuro, perché il futuro ha un modo strano di diventare presto il presente. Ma se dovessi scommettere, direi che colui che si troverà molto bene alla fine sarà il cliente. Questo non si basa su una visione ottimistica del futuro, ma su un record del settore e di ciò che è avvenuto nella categoria negli ultimi cinque anni”.

Fonte: Variety

Il capo di Prime Video India, Sushant Sreeram, fa il bilancio del 2023 e prospetta il 2024 (ESCLUSIVO)

Il servizio di Prime Video ha da tempo una strategia di penetrare in profondità nel mercato indiano, al di là delle grandi città e dei villaggi, e questa sarà anche la chiave del futuro, ha affermato Sreeram. “La varietà di opzioni, opportunità e modelli di business che stiamo esplorando in profondità è davvero un tesoro nascosto, ma richiede impegno e consapevolezza della straordinaria eterogeneità del Paese”, ha dichiarato Sreeram.

“La narrazione indiana sta vivendo un momento magico e credo che continuerà. Siamo assolutamente determinati a proseguire con questa strategia in profondità”, ha aggiunto Sreeram. “Come diciamo sempre su Amazon, ‘è sempre il primo giorno’. Siamo solo all’inizio. Indipendentemente da ciò che accadrà, non ci preoccupiamo della concorrenza. Alla fine il cliente avrà sempre una vasta scelta.”

Fonte: Variety

Ultimi articoli