HomePiattaforme di StreamingDisney Plus2023: Come si sono comportate le azioni di Disney, Netflix, Warner Bros....

2023: Come si sono comportate le azioni di Disney, Netflix, Warner Bros. Discovery e altro quest’anno

I più letti

Redazione
Redazionehttp://www.poplive.it
PopLive è un portale di informazione in cui vengono raccolte le principali notizie internazionali riguardanti la cultura Pop. Cinema, Serie TV, Videogiochi, Fumetti e Manga, Giochi da tavolo, Collezionismo, Eventi e tanto altro.

Tra gli alti e bassi delle azioni del mercato: il punto su Disney, Netflix, Warner Bros. Discovery e altri nel 2023

L’anno scorso non è stato facile per Hollywood in molti ambiti – ma il mercato azionario non è stato uno di questi.

Il Wall Street è destinato a chiudere il 2023 in rialzo a doppia cifra: all’ultimo dato disponibile, il 27 dicembre, l’indice S&P 500 è cresciuto del 25% nell’arco dell’anno e si avvicina al suo record di chiusura di tutti i tempi. E in generale, la maggior parte delle case mediatiche ha visto aumentare il valore delle proprie azioni negli ultimi 12 mesi,

tornando in positivo dopo un disastroso 2022.

Alcune società hanno sperimentato un significativo miglioramento delle performance delle loro azioni, guidate da Roku (in rialzo del 134% tra il 3 gennaio e il 26 dicembre), con gli investitori che hanno ritrovato entusiasmo per le sue prospettive nel settore dello streaming, grazie a una serie di tagli di costi effettuati dall’azienda. Altri protagonisti positivi sono stati Lions Gate (+89%), Amazon (+79%),

Netflix (+67%), Apple (+55%), Comcast (+26%), Sony (+22%),

Warner Bros. Discovery (+21%) e AMC Networks (+15%). Tra coloro che hanno registrato aumenti più modesti ma comunque significativi, vi sono Endeavor (12%),

Disney (+2,2%) e Imax (+2%).

Poi ci sono state le aziende che invece non hanno ottenuto lo stesso risultato. Il leader di questa sfortunata schiera è stato la catena di cinema AMC Entertainment (-84%): le sue azioni

hanno spopolato nel 2021

quando hanno ottenuto il titolo di “azione meme” grazie all’afflusso di azionisti al dettaglio, ma hanno perso terreno lo scorso anno – e la caduta si è aggravata ulteriormente nel 2023. Le azioni di AMC Entertainment sono crollate del 65% ad agosto, dopo l’annuncio che la società avrebbe convertito le sue azioni ordinarie preferite, chiamate “APE”, in azioni ordinarie comuni dopo un anno dalla loro quotazione in borsa. Poi, a settembre, le azioni sono calate di oltre il 30% dopo che l’azienda ha reso noti i piani per la vendita di fino a 40 milioni di nuove azioni per raccogliere denaro.

Altre società che hanno subito qualche flessione sono Paramount Global (-10%), Nexstar Media Group (-6,2%) – che è stata tra le poche società mediatiche a chiudere il 2022 con un aumento delle azioni – e Fox Corp. (-0.11%).

Certo, un confronto tra “come è iniziato” e “come è andato” non dipinge l’intera immagine. Molte società hanno raggiunto quote più alte nell’arco degli ultimi 12 mesi, solo per crollare verso la fine dell’anno. Tuttavia, questa analisi fornisce un quadro chiaro e rapido delle performance delle azioni dei principali attori di Hollywood in vista del 2024.

Ci sono stati anche recenti eventi che hanno influito sulle quotazioni azionarie di Wall Street negli ultimi giorni dell’anno e che devono essere presi in considerazione, come i

preliminari colloqui di fusione tra Warner Bros. Discovery e Paramount Global

, che hanno contribuito a una diminuzione dei relativi prezzi delle azioni.

In generale, però, le cose sembrano andare meglio per l’industria,

dopo un inizio difficile nel 2023.

Source: Variety+

Ultimi articoli