HomeCinemaMembro dell'equipaggio di 'Rust' dà commovente testimonianza: 'Spero nella giustizia'

Membro dell’equipaggio di ‘Rust’ dà commovente testimonianza: ‘Spero nella giustizia’

I più letti

Redazione
Redazionehttp://www.poplive.it
PopLive è un portale di informazione in cui vengono raccolte le principali notizie internazionali riguardanti la cultura Pop. Cinema, Serie TV, Videogiochi, Fumetti e Manga, Giochi da tavolo, Collezionismo, Eventi e tanto altro.

SANTA FE, N.M. — Un membro della troupe di “Rust” ha raccontato lunedì ai giurati un resoconto commovente della sparatoria fatale sul set, attribuendo gran parte della colpa a Hannah Gutierrez Reed, l’armatrice del film. Ross Addiego, il dolly grip, si è commosso e ha pianto più volte mentre ricordava gli eventi legati alla morte della direttrice della fotografia Halyna Hutchins.
E ha anche biasimato Gutierrez Reed per aver lasciato armi e munizioni non custodite, affermando che non assomigliava affatto agli armatori “pignoli” e “ossessionati” che aveva incontrato nel corso dei suoi 30 anni di carriera.
“Non era necessariamente seria o professionale come sono abituato con gli altri armatori che conosco”, ha testimoniato Addiego. “Non so se abbia mai visto un armatore estrarre munizioni sfuse da una marsupio.”
Gutierrez Reed è sotto processo per omicidio colposo. Ha caricato erroneamente un proiettile vivo nella pistola di Alec Baldwin, che è partito durante la preparazione di una scena al Bonanza Creek Ranch, dove si stava girando un western nei pressi di Santa Fe. Baldwin è destinato a comparire davanti a un tribunale a luglio con la stessa accusa di aver premuto il grilletto, cosa che lui ha negato.
Addiego stava aiutando l’operatore della macchina a preparare l’inquadratura quando l’arma è partita.
“Un’arma è partita in una piccola chiesa di legno”, ha testimoniato. “Il boato, le orecchie fischianti, quel momento di panico per tutti. Penso che la prima persona con cui ho fatto contatto visivo sia stata Halyna, chiaramente ferita da quell’esplosione. Iniziava a diventare pallida e si teneva il lato destro.”
Addiego ha assistito Joel Souza, il regista, colpito alla spalla dal proiettile dopo che ha trapassato Hutchins. Ha visto il proiettile sporgere sotto la pelle vicino alla scapola di Souza. Ha preso una garza dal medico sul set e ha applicato pressione all’entrata della ferita.
Gli operatori del 118 hanno cercato di stabilizzare Hutchins, che alla fine è stata trasportata in elicottero in un centro traumatologico ad Albuquerque. Addiego ha detto che alla fine alla troupe è stato comunicato che era deceduta.
A quel punto del suo racconto, si è tolto gli occhiali e si è asciugato gli occhi con un fazzoletto.
L’avvocato di Gutierrez Reed, Jason Bowles, ha evidenziato durante l’incrocio delle domande che Addiego ha intentato una causa per negligenza contro Baldwin e i produttori del film.
“Per lei si tratta di soldi?”, ha chiesto. Ha anche chiesto se Addiego sperasse che la sua testimonianza aiutasse a condannare Gutierrez Reed, il che a sua volta avrebbe aiutato la sua causa legale.
“Sto sperando nella giustizia, signore”, ha risposto Addiego. “Due persone sono state ferite sul set di un film. Questo non ha coinvolto solo me, ma ha coinvolto l’industria cinematografica.”
Bowles ha fatto notare che la sua causa legale attribuisce la colpa ai produttori per aver tagliato gli angoli e ad altri supervisori per non aver rispettato gli standard di sicurezza.
“Nella sua causa legale, si tratta di produzione e del sig. Baldwin, non della signorina Gutierrez Reed”, ha detto Bowles.
Addiego ha detto di non aver redatto lui stesso la causa e ha suggerito di rivolgere le domande al suo avvocato.
Addiego ha testimoniato in precedenza di aver avuto preoccupazioni per la sicurezza prima della sparatoria fatale. Ha assistito a due spari accidentali di colpi a salve, qualcosa che non ricordava fosse mai accaduto su un altro set. Ha detto di aver espresso frustrazione e rabbia a David Halls, il primo assistente alla regia.
“Il sig. Halls mi ha ignorato e se n’è andato”, ha detto Addiego.
Ha detto di aver reclamato anche con un altro supervisore e poi con l’IATSE Local 80, il sindacato che rappresenta i grip.
Halls ha dichiarato la non contestazione di un reato minore per il maneggio negligente di un’arma nel caso in questione.
Bowles ha chiesto ad Addiego perché incolpasse Gutierrez Reed per i spari accidentali, quando la colpa avrebbe dovuto andare a Halls.
“La signorina Gutierrez Reed ha caricato una arma che ha ucciso la mia amica e ferito un regista”, ha risposto Addiego.
Addiego ha descritto il set come “affrettato” e in uno “stato di caos”, e ha detto che sembrava ci fosse troppo poco tempo per completare tutto. Ha attribuito parte della colpa a Baldwin, dicendo che spingeva la troupe a muoversi velocemente e non rispettava le regole di sicurezza sulle armi. Ha anche detto che tutti obbedivano a lui.
“Non mi ricordo che nessuno abbia contrastato il sig. Baldwin sul set di ‘Rust'”, ha detto Addiego.

Fonte: Variety

Quando Bowles lo chiamò il “grande capo”, lui acconsentì.

Nel controesame, il procuratore Kari Morrissey cercò di riportare l’attenzione sul l’imputato, chiedendo retoricamente se Baldwin fosse sotto processo.

“Sembra di sì, in effetti,” rispose Addiego.

Il team di difesa sta vivendo un certo turbamento interno, poiché sembra esserci stato un crollo nel rapporto tra Gutierrez Reed e l’altro avvocato, Todd Bullion. La difesa ha presentato una mozione per far sì che Bullion si ritiri dal caso. La giudice Mary Marlowe Sommer ha respinto la richiesta, ordinando a Bullion di rimanere come legale di riferimento e di restare al tavolo della difesa. Ma gli ha anche ordinato di non parlare con Gutierrez Reed, “come richiesto dall’imputata”.

“Non ne voglio parlare,” ha detto Bowles.

Source: Variety

Ultimi articoli