HomeCinemaLuxbox acquisisce il film peruano 'Attraverso Rocce e Nuvole' prima del suo...

Luxbox acquisisce il film peruano ‘Attraverso Rocce e Nuvole’ prima del suo debutto a Berlino (ESCLUSIVA)

I più letti

Redazione
Redazionehttp://www.poplive.it
PopLive è un portale di informazione in cui vengono raccolte le principali notizie internazionali riguardanti la cultura Pop. Cinema, Serie TV, Videogiochi, Fumetti e Manga, Giochi da tavolo, Collezionismo, Eventi e tanto altro.

Luxbox acquisisce “Through Rocks and Clouds” del Perù, ambientato nelle splendide alte Ande, prima del suo debutto alla Berlinale (ESCLUSIVA)

La Luxbox di Parigi, una delle principali agenzie di vendita europee e occasionalmente produttrice di film d’arte spagnoli, ha acquisito i diritti mondiali di “Through Rocks and Clouds” (“Raiz”), del Perù, in anticipo rispetto alla prima mondiale al sidestream Generation Kplus della Berlinale.

Ambientato in una spettacolare vista delle Ande con le cime innevate, il film ruota attorno a Feliciano, un pastore di alpaca di otto anni e appassionato tifoso di calcio entusiasta delle crescenti possibilità del Perù di qualificarsi per la Coppa del Mondo.

Ma le attività di una compagnia mineraria minacciano il modo di vivere del suo villaggio in cima alla montagna, offuscando i suoi sogni.

“Alla Luxbox siamo sempre alla ricerca di talenti latinoamericani, quindi siamo estremamente felici di rappresentare questa perla peruviana diretta da Franco Garcia Becerra”, ha detto la CEO della Luxbox Fiorella Moretti, aggiungendo: “Il film ci invita a vedere il mondo attraverso lo sguardo di un giovane pastore di alpaca pieno di sogni.”

García Becerra è originario di Cusco ed è principalmente conosciuto per il suo primo film “Vientos del sur”. “Raiz” è stato girato nell’ottobre 2022 nella provincia di Quispicanchis con un dialogo interamente in lingua indigena Quechua. Il cast è composto da attori che parlano il Quechua, molti dei quali sono della stessa regione in cui è stato girato il film.

“Il desiderio di vedere il Perù ai Mondiali per la prima volta in 36 anni era una speranza condivisa, unendo generazioni e offrendo una fuga temporanea dalle nostre difficoltà. Tuttavia, ha rivelato un contrasto netto tra la gioia collettiva e le diverse realtà all’interno del nostro paese”, ha commentato Garcia Becerra. “Presentare la storia dal punto di vista di Feliciano sottolinea l’importanza di preservare l’innocenza dei bambini e i loro legami con le loro radici, in mezzo alle imminenti minacce.”

Feliciano è interpretato dall’attore non professionista Alberth Merma, selezionato dopo un’ampia audizione e una serie di workshop. I genitori sono interpretati da Nely Huayta e Richard Taipe.

“Vedere il nostro film sul grande schermo e in un festival così importante dopo cinque anni di duro lavoro ci riempie di gioia e orgoglio. In momenti come questi, in cui il nostro paese sta vivendo turbolenze politiche e una situazione sociale difficile, dobbiamo garantire che la nostra cultura rimanga forte e continui a crescere. Essere qui dimostra che abbiamo una cultura cinematografica da condividere e storie che devono essere raccontate”, hanno detto i produttori Diego Sarmiento (Desfase Films), Jorge Constantino (Mestizo Studios), Annemarie Gunkel (Luna Roja Relatos Audiovisuales) e Franco García (Wayquicha Cine).

Juan Francisco González del Cile di Tierra en Trance Films ha co-prodotto il film. I produttori cileno e peruviano mantengono i diritti dei rispettivi territori.

Gunkel e Alicia Quispe hanno scritto insieme la sceneggiatura, ispirata da ciò che è diventata la prima scena del film: giovani pastori delle Ande che cercano di ascoltare una partita attraverso una radio a transistor.

“In quel momento, tra i nostri ricordi di infanzia simili, la vita in campagna, l’amicizia e la compagnia degli animali, sono nati i protagonisti: Feliciano, Ronaldo e Rambo. Insieme al nostro amore per l’Apu Ausangate [montagna] e a una lunga relazione con le comunità vicine, il concetto è prendo vita”, hanno detto.

“Combinando la prospettiva di Annemarie come migrante in questa regione e la conoscenza di Alicia di crescere nelle Ande, abbiamo lavorato alla sceneggiatura di un film che espone la varietà di difficoltà affrontate dalle comunità indigene, innescate da conflitti socio-ambientali”, hanno aggiunto.

Come spesso accade per la maggior parte dei film latinoamericani, “Raíz” ha ricevuto un sostegno finanziario dallo stato locale, in questo caso dal Ministero della Cultura del Perù – DAFO 2021, e ha partecipato attivamente a vari laboratori e workshop durante la sua fase di sviluppo.

Il team di “Raíz”, supportato dall’Ambasciata del Perù in Germania e dal Ministero degli Affari Esteri, sarà presente all’evento. Il giovane Merma sarà presente per rappresentare il film a Berlino.

La Berlinale si svolgerà dal 15 al 25 Febbraio.

Source: Variety

Ultimi articoli