HomeCinemaIl capo degli studi di Jio in India svela il portfolio e...

Il capo degli studi di Jio in India svela il portfolio e la strategia: ‘Siamo in una fase d’oro, come Tendulkar che colpisce secoli’ (ESCLUSIVO)

I più letti

Redazione
Redazionehttp://www.poplive.it
PopLive è un portale di informazione in cui vengono raccolte le principali notizie internazionali riguardanti la cultura Pop. Cinema, Serie TV, Videogiochi, Fumetti e Manga, Giochi da tavolo, Collezionismo, Eventi e tanto altro.

Jio Studios, la branca contenuti della miliardaria Reliance Industries Limited di Mukesh Ambani, sta collezionando una serie di successi al botteghino. Circa un anno fa, Jio Studios aveva lanciato un programma di 100 nuovi film e serie TV. Quegli sforzi stanno ora dando i loro frutti. Il 2023 ha visto i successi di “Baipan Bhaari Deva” e “Jhimma 2” in lingua marathi, i film Bollywood “Dunki” con Shah Rukh Khan e “Zara Hatke Zara Bachke” con Vicky Kaushal, e il film bengalese “Kabuliwala” con Mithun Chakraborty come protagonisti. Il 2024 ha già visto i successi Bollywood di “Teri Baaton Mein Aisa Uljha Jiya”, “Article 370” e “Shaitaan”, con il film “Laapata Ladies” di Kiran Rao, presentato a Toronto nel 2023, che ha ottenuto un grande successo al botteghino.

“Siamo l’unico studio ad avere sette successi di fila. Abbiamo colpito una striscia vincente, proprio come faceva [la leggenda del cricket Sachin] Tendulkar nei suoi secoli,” ha dichiarato Jyoti Deshpande, presidente dei media e dei contenuti di RIL, a Variety. “Siamo sempre stati campioni delle storie e abbiamo cercato di realizzare progetti innovativi, con l’obiettivo finale di portare le storie dell’India nel mondo. Uno degli aspetti su cui abbiamo puntato ad aprile del 2023 è stato quello di realizzare film regionali a grande scala. Quando parliamo di film regionali, in genere si fa riferimento solo ai film in lingua telugu e tamil che fanno un po’ di rumore. Gli altri film regionali sono degli eroi dimenticati. Noi abbiamo investito consapevolmente anche nel cinema regionale per il grande schermo, non solo per fare una mera rappresentazione.”

Jio Studios ha in programma film come l’epico storico in lingua tamil “Thangalaan” di Pa. Ranjith, con Vikram come protagonista; il film in lingua marathi “Khashaba” di Nagraj Manjule, un biopic di Khashaba Dadasaheb Jadhav, il primo atleta dell’India indipendente a vincere una medaglia individuale alle Olimpiadi, con musiche del premio Oscar A.R. Rahman; “Aaipan Bhari Deva,” il sequel del film in lingua marathi “Baipan Bhaari Deva”; il musical in lingua marathi “Sangeet Manapman”; e i film in lingua punjabi “Carry On Jattiye,” “Ardaas 3” e “Manjhe Bistre.”

Il prossimo programma di film di Jio Studios include il biopic storico di Riteish Deshmukh “Raja Shivaji,” che verrà distribuito in hindi e in marathi; e film Bollywood come il prossimo film universo poliziesco con un cast stellare di Rohit Shetty, “Singham Again,” “Baby John” di Varun Dhawan, il sequel del film horror commedia del 2018 “Stree,” “Sky Forge” il dramma aeronautico con Akshay Kumar, e una serie di titoli con la superstar Aamir Khan.

Tra i punti salienti del programma streaming di Jio Studios ci sono il period drama politico di Abhijeet Deshpande “Union: The Making of India,” in cui il funzionario civile V.P. Menon e lo statista Sardar Vallabhbhai Patel si trovano ad affrontare la sfida di unire più di 500 stati principeschi in India; e “Sankalp” di Prakash Jha, che ruota attorno agli esami del servizio civile indiano.

Deshpande ha dichiarato che il vasto programma iniziale era stato creato per avviare l’azienda. “Non puntiamo più alla quantità, ora abbiamo assunto il ruolo di studio. Da un punto di vista di studio, vogliamo raccontare alcune delle storie più significative in il ​​più possibile lingue, con il più ampio genere possibile. Poi, oltre a ciò, stiamo lavorando con il vincitore di un premio Oscar Guneet Monga su un paio di film. Stiamo cercando di collaborare con Ritesh Batra [“The Lunchbox”], Richie Mehta [“Delhi Crime”], pionieri nei mercati internazionali, per portare alcune delle nostre storie indiane sulla mappa mondiale, ottenendo successo commerciale e di critica qui in India e all’estero,” ha aggiunto Deshpande.

“Dal punto di vista di uno studio cinematografico, siamo riusciti a costruire qualcosa su vasta scala senza sacrificare la qualità. Stiamo portando avanti delle storie significative sulla narrazione indiana nel mondo e delle storie significative sull’empowerment delle donne… un messaggio di responsabilità sociale, senza essere pedanti o togliere la parte di intrattenimento a certi film,” ha aggiunto Deshpande.

L’esecutivo ha dichiarato che nonostante sia il più grande studio del paese e faccia parte di uno dei conglomerati più vasti al mondo, l’approccio è sempre quello di stringere partnership, con tutti i partner che condividono i rischi per garantire che Jio Studios non sia “a rischio senza ricevere i premi.”

Fonte: Variety

La direttrice di Jio Studios, Deshpande, ha dichiarato: “I nostri partner riconoscono che facciamo di più del dovuto per dare a un film ciò che gli spetta, che sia durante il processo di produzione, marketing, distribuzione, ci impegniamo davvero al massimo e siamo appassionati di ogni storia. Non è solo un’operazione commerciale per noi. E questo è apprezzato e riconosciuto. Quindi, puntiamo sia al successo critico che a quello commerciale. Alla fine, siamo qui per il ROI [ritorno sull’investimento]. Ma allo stesso tempo, vogliamo introdurre nuovi generi. Siamo impegnati nella narrazione cinematografica e nel lancio di nuovi talenti.”

Jio Studios sta già collaborando con alcuni dei nomi più importanti del settore in India, tra cui Ajay Devgn, Aamir Khan e Maddock Films. Il prossimo passo è quello di collaborare con Hollywood. Deshpande afferma che questo è “qualcosa verso cui stiamo attivamente lavorando, ma non ci accontentiamo di essere semplici partner minoritari in qualche progetto di Hollywood, ma davvero, come possiamo coinvolgerli nei nostri progetti fin dall’inizio.”

“Avere diversi progetti ambiziosi in fase di sviluppo iniziale, che richiedono anche tecnologia. Reliance soprattutto è un’azienda tecnologica. Siamo solo all’inizio, ma dobbiamo capire come possiamo incorporare intelligenza artificiale e produzione virtuale? Come possiamo imparare da dove si trova l’Occidente? E come possiamo portare un po’ di tutto ciò nella nostra narrazione per renderla economica e rilevante, visivamente, per un pubblico più ampio e conferirle quel vantaggio linguistico-agnostico,” ha detto Deshpande. Jio Studios sta anche guardando ad Est ed esplorando collaborazioni locali per ottenere release simultanee per i suoi film in quei mercati.

Deshpande definisce la fusione in corso da $8,5 miliardi dell’azienda del gruppo RIL Viacom18 con Disney come “un’evoluzione favolosa.” “Dal nostro punto di vista, è piuttosto distaccato, lo studio è aperto ai business con le aziende associate tanto quanto con Netflix, Amazon o chiunque altro sul mercato,” ha detto Deshpande. “L’obiettivo è mantenere la produzione di storie il più pura e indipendente possibile, motivo per cui Jio Studios non ha fatto parte di quell’accordo dall’inizio.”

Source: Variety

Ultimi articoli