HomeCinemaEdgar Wright Parla Delle Possibilita Un Baby Driver 2

Edgar Wright Parla Delle Possibilita Un Baby Driver 2

I più letti

Redazionehttp://www.poplive.it
PopLive è un portale di informazione in cui vengono raccolte le principali notizie internazionali riguardanti la cultura Pop. Cinema, Serie TV, Videogiochi, Fumetti e Manga, Giochi da tavolo, Collezionismo, Eventi e tanto altro.
Questo articolo è stato archiviato. Ci scusiamo per eventuali inesattezze o elementi multimediali mancanti

E’ passata ufficialmente una settimana da quando Baby Driver è uscito nei cinema americani, e non c’è alcun dubbio che sia il film più di successo di Edgar Wright fino ad ora. Non solo è stato ben recepito da molti critici, ma ha inassato già 35 milioni di dollari e solo in America, facendo di Baby Driver il più grande debutto al Box Office nella carriera del regista.

Mentre Baby Driver funziona facilmente come singolo film Wright ha rivelato che lui è stato già approcciato con l’idea di realizzare un sequel, e sta considerando di farlo accadere. Wright ha dichiarato:

“Lo studio mi ha chiesto di pensare a scrivere un sequel ed è uno di quelli per cui potrei fare un sequel, perchè penso che ci siano più posti dove andare con questo in termini di personaggio. Baby è arrivato in un posto nuovo.”

Quindi mentre Baby Driver 2 non ha ancora ricevuto l’approvazione ufficiale, Edgar Wright sembra almeno disposto a riprendere in mano le sorti dell’autista da fuga interpretato da Ansel Elgort.

Questo potrebbe essere un nuovo territorio per Wright, dato che non ha mai diretto un sequel prima. Secondo Edgar Wright, quello che rende Baby Driver degno di un sequel è che c’è “altro che si può fare in quel regno.” Nonostante Wright abbia appena cominciato a rimuginare circa Baby Driver 2, ha già un’idea che “sovvertirebbe” il coinvolgimento di Baby nel crimine cosìcchè da “non essere più l’apprendista”.

Wright ha anche informato Empire che c’è una scena tagliata di Baby Driver che potrebbe funzionare nel sequel. Il regista è sceso più nel dettaglio dicendo:

“Prima che arrivino all’ufficio postale c’era questa intera scena impostata su una canzone, credeteci o no, una canzone della Bonzo Dog Doo-Dah Band. Ed è una sequenza davvero divertente e strana e mi è davvero piaciuta da sola. Ma appena ho provato a toglierla dal resto del film, questo ha acquisito così tanto senso in più. Scorreva molto meglio senza, semplicemente. Se mai facessi un sequel posso proprio riutilizzare la scena dato che era una scena davvero buona, ma sembrava interrompere lo scorrimento della tensione.”

Fonte: NerdPlanet

- Advertisement -spot_img

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli